venerdì 9 novembre 2012

Davide Imbrogno - Biografia


Davide Imbrogno (Cosenza, 10 luglio 1987) è uno scrittore, sceneggiatore e pubblicitario. Vive in Calabria da sempre e da sempre coltiva, oltre alla passione per la creatività, quella per i viaggi, avendo vissuto in diversi paesi europei per brevi periodi, tra i quali: Irlanda, Inghilterra e Cipro.

Autore insolito, audace e tagliente, sperimenta nel corso degli anni un particolare tipo di scrittura empatica e coinvolgente, ispirato più che dalla letteratura classica e contemporanea, di cui si nutre in modo onnivoro e organico, dalla tradizione orale, dai racconti ascoltati nei bar e nei locali di secondo ordine.

Coltiva parallelamente la sua passione per la comunicazione creativa e per la recitazione, frequentando corsi teatrali e ambienti artistici underground (lo Studio Imbrogno, fondato da suo padre Luigi negli anni 80, è stata tra le primissime agenzie pubblicitarie in Calabria).

Il sito www.maggiesfarm.it raccoglie le prime pubblicazioni di racconti (sezione “Fantaracconti”) nonché sue recensioni di dischi e film. Nel 2007 partecipa alla “Selezione d’autore Minimal” creata dalla casa editrice toscana “Ibiskos Editrice Risolo” e propagandata sui quotidiani “La Repubblica” e il “Sole 24 ore”. Viene selezionato per la raccolta di racconti dal titolo “La gloria dell’indigente” che diventa un libro edito dalla stessa casa editrice.

Il suo stile di scrittura è insolito e brillante, ispirato allo stile iperrealista americano, asciutto, dinamico e anti-narrativo, adatto proprio per queste ragioni a una scrittura filmica, fatta d’immagini, sensazione e visioni.  Tra il 2008 e il 2009 porta in scena i suoi versi, attraverso un reading dal titolo “La gloria dell’indigente – Eruttel di una corrispondenza” che farà tappa in molte località italiane - il primo reading avviene nell’aprile del 2008 presso la Libreria Mondadori di Empoli.

A partire dal 2010 inizia a partecipare a molti video indipendenti. Da lì inizia la sua collaborazione con i maggiori videomaker e videografi calabresi, partecipando a diversi video - tra i quali: “Battle on ice” dei Miss Fraulein con Paola Barale; “Rosa” di Brunori Sas; “Passerà“ di Eugenio Finardi. Sempre nel 2010 è uno dei fondatori – ideatori del sito www.peprovoca.it - un portale di satira e costume – sul quale scrive articoli di stile “Gonzo Journalism”.

Tra il 2011 e il 2012 realizza videoclip, spot pubblicitari e campagne pubblicitarie; scrivendone i soggetti, le sceneggiature e curandone la direzione creativa – tra i quali: “Di rabbia e d’amore - Zona Briganti”; “A gorna – Hantura”; “Gli spazi comunicano – Spot Gruppo Pubbliemme”.

Sempre nel 2012 scrive il soggetto e la sceneggiatura del cortometraggio “Il rappresentante” - diretto da Marco Caputo  - interpretando, inoltre, il ruolo di co-protagonista. Il cortometraggio sarà premiato con il primo premio del concorso “Moda Movie – sezione cinema”; e presentato davanti alla commissione cultura del comune di Cosenza.

(Biografia curata ed edita dalla redazione del blog “The wild, the innocent and the saint")

Nessun commento:

Posta un commento